sabato 2 settembre 2017

CASAGGì FIRENZE e FRATELLI D’ITALIA: LE BARRIERE ANTI-TERRORISMO SONO AGGIRABILI. IPOCRITA BLINDARE LA CITTA’ E INCORAGGIARE L’INVASIONE MIGRATORIA...


CASAGGì FIRENZE e FRATELLI D’ITALIA: LE BARRIERE ANTI-TERRORISMO SONO TRANQUILLAMENTE AGGIRABILI DAI FURGONI. E’ IPOCRITA BLINDARE LA CITTA’ MENTRE SI INCORAGGIA L’INVASIONE MIGRATORIA E SI PROPONE LO “IUS SOLI”. NON BASTANO LE FIORIERE, CHIUDIAMO LE FRONTIERE!

I militanti della destra fiorentina dimostrano, metro alla mano, che i furgoni possono ancora arrivare in piazza Duomo. Affiggono anche delle locandine su tutte le fioriere anti-sfondamento installate dal sindaco Nardella, attaccando la retorica buonista, il business dell’accoglienza e la società multietnica.


Firenze, 2 settembre 2017

“Questa mattina abbiamo svolto un sopralluogo nel centro storico fiorentino, dove sono installate le fioriere anti-terrorismo. Le misure di sicurezza sono tranquillamente aggirabili, come abbiamo dimostrato misurando il marciapiede - largo 5 metri - che da via dei Cerretani porta in piazza Duomo: un furgone come quello che ha colpito a Barcellona potrebbe tranquillamente arrivare nella principale piazza cittadina a tutta velocità, facendo strage di civili”. E’ quanto dichiara Alessandro Draghi, dirigente di Casaggì - Fratelli d’Italia e portavoce della campagna “Salva Firenze”.

“Insicurezza a parte, ci preme lanciare un messaggio chiaro al sindaco Nardella e al Partito Democratico di Matteo Renzi, impegnati a blindare le città sull’onda emotiva dell’attentato di Barcellona ma, allo stesso tempo, schierati a difesa dell’invasione migratoria che sta flagellando la nostra Nazione”.

“Questo provvedimento opera sugli effetti e non sulle cause. Ci chiediamo - prosegue Draghi - che senso abbia installare le barriere anti-sfondamento quando le nostre frontiere sono spalancate e le navi delle Ong vanno a prendere i migranti a domicilio sulle coste libiche”.

“L’ipocrisia di questa sinistra, che condanna il terrorismo mentre impone la società multietnica, è molto pericolosa: gli attentatori che hanno colpito in Francia e in Belgio - conclude Alessandro Draghi - erano immigrati di seconda generazione, diventati “cittadini europei” grazie a quello “Ius Soli” che il Partito Democratico vorrebbe approvare anche in Italia”.

“L’idiozia del buonismo, il “siamo tutti cittadini del mondo”, il business dell’accoglienza e la retorica immigrazionista sono il brodo di coltura ideale per quel radicalismo islamico che, a dispetto di ogni utopia dell’integrazione, approfitta della nostra debolezza politica e culturale. Per arginare il terrorismo non bastano le fioriere: chiudiamo le frontiere!”.