mercoledì 31 agosto 2022

RIPARTE ADAMAS


 

🥊 RIPARTE ADAMAS 🔥
Da mercoledì 7 settembre, con il corso di Muay Thay

Adamas è un progetto sportivo nato fra le mura di Casaggì - lo spazio identitario fiorentino - con lo scopo di sensibilizzare alla pratica degli sport da combattimento, in particolare Muay Thai e Kickboxing.

Ci alleniamo ogni Mercoledì dalle 18 alle 19:30 e la partecipazione è completamente gratuita: essendo il nostro un progetto senza scopi di lucro, tutta l'attrezzatura da allenamento - dal tatami al sacco, dai colpitori alle kettlebell - è frutto dell'autofinanziamento dei partecipanti.

Adamas non è una palestra, anche se usufruisce della professionalità di alcuni "maestri", che mettono il proprio tempo e le proprie conoscenze a disposizione di chiunque, con il nobile obiettivo di offrire un'occasione per affacciarsi alle discipline da ring. In questo senso, Adamas nasce per abbattere la diffusa sedentarietà tossica, stimolando i neofiti alla pratica sportiva e ad iscriversi in una qualsiasi palestra della città.

Adamas non è solo sport: al semplice allenamento, associamo un'interpretazione delle arti marziali come veicolo per una crescita interiore del praticante, attraverso l'abbattimento dei propri limiti, la soppressione dell'ego e il superamento di sé.

Adamas, infine, è aggregazione e risveglio: nell'era del "distanziamento" e della virtualizzazione dei rapporti, gli sport da combattimento rappresentano una via inestimabile per forgiare legami concreti fondati sulla condivisione virile dello sforzo, in ossequio a quella "philoponìa" platonica che ci ha trasmesso l'amore per la fatica.

IN DAD PER IL CARO ENERGIA? MA NON SCHERZIAMO!


IN DAD PER IL CARO ENERGIA? MA NON SCHERZIAMO!


A poche settimane dal rientro a scuola, si ricomincia nuovamente a parlare dei provvedimenti che hanno caratterizzato l'istruzione negli ultimi anni: mascherine e DaD. Proprio riguardo la Didattica a Distanza ha parlato Giannelli, presidente dell'Associazione Nazionale Presidi.

Giannelli ha suggerito di continuare a usare la DaD per evitare di andare a scuola il sabato. La proposta è stata fatta a causa della recente crisi energetica; infatti, verrebbe messa in atto durante l'inverno, periodo nel quale i consumi dovuti al riscaldamento degli ambienti sono maggiori, scaricando quindi le spese sulle famiglie.

Nuovamente, quindi, si tenta riabilitare la DaD, presentandola come panacea di tutti i mali, senza mai ricordare tutti i danni che ha portato. A queste folli proposte si aggiunge poi Speranza, che in preda alle sue manie ipocondriache, continua a minacciare lo spettro delle mascherine. In questo quadro desolante non resta che chiedersi fino a quando gli studenti dovranno continuare a pagare gli errori della politica.
 

SI RIPARTE: TUTTI IN MARCIA!


 Mentre molti dei nostri - beati loro - sono ancora in ferie, apriamo l’anno politico con la prima serata comunitaria e la prima riunione organizzativa, focalizzata sulla presentazione del calendario che ci accompagnerà nei mesi a venire.

Conferenze culturali, pubblicazioni editoriali, escursioni in montagna, cineforum tematici, sportello sociale, cene popolari, corsi di arti marziali, degustazioni al Bogside e scuole di Formazione: queste - tra le altre - sono le attività metapolitiche di Casaggì e Azione Studentesca, che si uniranno alle tante azioni militanti sul territorio.

Non si fanno passi indietro.
In marcia!

RICORDANDO NIETZSCHE


 

15ENNE UCCISO DALLA SOLDATESSA USA: NO AD UN ALTRO CERMIS!


 15ENNE UCCISO DALLA SOLDATESSA USA: NO AD UN ALTRO CERMIS!


La soldatessa americana che lo scorso sabato notte ha investito e ucciso un ragazzo di 15 anni a Porcia, nella provincia di Pordenone, era ubriaca di 4 volte oltre il limite consentito. Tuttavia, sulle orme di quanto già accaduto con la strage del Cermis, potrebbe non essere la legge italiana a deliberare su quanto accaduto. Il Ministro della Giustizia deciderà infatti, a discrezione o su richiesta della base americana, se la soldatessa sarà processata dove ha commesso il reato o negli Stati Uniti.

L’opzione, che è una delle tante manifestazioni di una sudditanza che ben conosciamo, è prevista dai trattati internazionali sulla giurisdizione dei militari NATO in Europa. Riappare all’orizzonte - in questo senso - quanto accaduto già nel 1998, quando il pilota statunitense Richard J. Ashby, che uccise 20 persone tranciando con il suo caccia una funivia sulle Dolomiti, venne assolto dalle accuse di omicidio pretereintenzionale e colposo dopo il processo fatto oltreoceano. Un fatto vergognoso, che non deve ripetersi…

CORDOGLIO E VICINANZA


 Ieri sera - in un attentato che ha fatto saltare la sua macchina - è morta Daria Dugina, figlia di Alexander, cui l’ordigno era probabilmente diretto. Al Professore vanno la nostra vicinanza e il nostro cordoglio per questa immane tragedia.

ORIGINI E DESTINO


 Tempio di Giove Anxur, Terracina. Radici profonde, verticalità, lunga memoria e identità millenarie.

TOLKIEN, L’EUROPA E LA TRADIZIONE


 Venerdì 16 settembre

TOLKIEN, L’EUROPA E LA TRADIZIONE
La Civiltà e l’immaginario

Ore 19: Adunata e riunione
Ore 20: cena comunitaria
Dalle 21.15: conferenza con Paolo Gulisano, Flavia Costadoni e Passaggio al Bosco Edizioni

CASAGGÌ FIRENZE - VIA FRUSA 37
È gradita la prenotazione

Tutti conoscono l'immenso patrimonio mitologico di Tolkien e de “Il Signore degli Anelli”, spesso ignorando il rimando diretto all’enorme retaggio delle mitologie europee. Il rinomato filologo dell'Università di Oxford - “creatore di mondi” e riferimento culturale per un’intera generazione di nazional-rivoluzionari - reinterpreta l'Iliade e il Beowulf, l'Eddings e i suoi affreschi romanzeschi, l'Edda e il Kalevala, rendendo il suo lavoro e la sua opera una grande sinfonia europea.

È questa ricca base mitologica che Armand Berger porta alla luce, oltre alla personalità scintillante dell'autore de “Lo Hobbit”: un contributo originale e innovativo, che permette finalmente di inquadrare l’universo tolkeniano nel vasto orizzonte della nostra Civiltà millenaria.

Il libro - vergato dall’Institut Iliade e tradotto da Passaggio al Bosco Edizioni - è presentato in anteprima nazionale a Casaggì, con gli interventi di Paolo Gulisano e Flavia Costadoni: un evento a lungo atteso, che si pone l’obiettivo di riscoprire e rileggere Tolkien, oltre le manipolazioni del “politicamente corretto” e l’isteria della “cancel culture”.

CHI PIU' IN ALTO SALE, PIU' LONTANO VEDE


 

BEER PARADE A CASAGGì


 Anche se non ci siamo mai fermati, venerdì 26 agosto ci diamo appuntamento per programmare la ripartenza di settembre: dalle ore 21, al BogsidePub Firenze, gli identitari si ritroveranno davanti ad una selezione di ottime birre artigianali.


Una serata in Comunità, per presentare le nuove attività militanti e diffondere il calendario degli eventi che ci accompagnerà fino a gennaio. Come sempre, ci attendono conferenze, concerti, degustazioni, cene sociali, cineforum, scuole di Formazione e azioni sul territorio.

Sarà un anno intenso: iniziamolo con le pinte al cielo!
A Casaggì, nel tempio della destra toscana.🍻

RADICI PROFONDE NON GELANO


 

IN MEMORIAM


 

Sì, VIAGGIARE


 Per “vacanza” - oggi - si intende una temporanea sospensione dello stress, magari accompagnata ad una moltiplicazione del consumo, dello sballo e del vizio. In sintesi: la perfetta parabola della mentalità borghese.


Il viaggio, invece, presuppone un altro approccio: anche se ci spinge a pochi metri da casa, esso è fondato sulla scoperta - di sé e del paesaggio - in ordine con una storia, un’identità e un patrimonio. Il viaggio è avventura, approfondimento, stupore, conoscenza, esperienza, arricchimento, sostanza e verticalità.

Ovunque si vada, l’obiettivo è cercare di essere viaggiatori e non banali vacanzieri. Perché, anzitutto, è una questione di approccio e di attitudine dello spirito.

PER NON DIMENTICARE


 

STUDENTI COSTRETTI A LAVORARE E RICATTATI DA INTELLIGENZA ARTIFICIALE? TUTTE BUFALE, BASTA PROPAGANDA!


 STUDENTI COSTRETTI A LAVORARE E RICATTATI DA INTELLIGENZA ARTIFICIALE? TUTTE BUFALE, BASTA PROPAGANDA!


Il TikTok di Giuseppe Conte, seguito dagli altri fenomeni della sinistra, ha spopolato mettendo in guardia i ragazzi in merito ad una fantomatica e “terribile” proposta di Fratelli d’Italia. Peccato che il programma elettorale del partito di Giorgia Meloni non sia ancora stato pubblicato e che gli sbandierati “Appunti per un programma conservatore” siano un documento risalente allo scorso maggio. Niente multe o intelligenze artificiali, dunque: nessuno studente sarà ricattato perchè sceglie liberamente il proprio futuro.

VERITA' PER BOLOGNA


Depistaggi, insabbiamenti, trame occulte e colpevoli di comodo: la strage di Bologna, nonostante sentenze giudiziarie e proclami mediatici, è ancora una pagina oscura della storia d’Italia.

Dal canto nostro, non ci stancheremo mai di ripeterlo: pretendiamo giustizia e verità.

COSA FATTA CAPO HA


 Terminato Agoghè - con le sue linee di vetta, i suoi ospiti autorevoli, le sue performance musicali e la sua incredibile atmosfera comunitaria - giunge il tempo dei ringraziamenti.


Il primo è per chi ha partecipato all’evento come relatore, come ospite o con uno stand: dalla Comunità militante Raido a Roberto Giacomelli, dagli eletti nelle istituzioni ai vertici dei movimenti giovanili, passando per Libreria Sherwood, Radio KulturaEuropa, Passaggio al Bosco Edizioni, Manhattan Casual, La Vecchia Sezione e Hobbit.

Tutto quello che facciamo - però - non sarebbe possibile senza il contributo volontario, tenace e disinteressato delle centinaia di militanti che animano Azione Studentesca: da chi arriva una settimana prima per costruire tutto a chi resta dieci ore sotto il sole per smontare ogni singola vite; da chi immagina temi e momenti a chi si sorbisce i turni di guardia; da chi sta dietro il bancone a chi cura gli impianti, passando per le ragazze dell’accoglienza, i relatori delle commissioni, gli organizzatori degli alloggi e della logistica, i grafici, gli allenatori, i moderatori delle conferenze e gli addetti alle pulizie. Dai vertici del movimento agli ultimi arrivati: tutti si sono messi a completa disposizione, senza sosta, in uno sforzo disinteressato e condiviso che dice molto del nostro Stile.

Il nostro sudore, la nostra libertà, i nostri fratelli e i nostri sogni: non ci serve altro, perché siamo una Comunità.

AGOGHE': UN ALTRO INDIMENTICABILE MOMENTO











 Si è conclusa questa mattina - con una magnifica escursione nel bosco, accompagnata da una plenaria comunitaria - la terza ed ultima giornata di Agoghè.

È sempre difficile commentare a caldo quella che - senza alcun dubbio - è un’esperienza che resterà impressa nei cuori dei presenti per tutta la vita: tre giorni di libertà autentica, nel senso nobile del termine, dove centinaia di militanti hanno la possibilità di formarsi, di conoscersi, di legarsi e di confrontarsi.
Quello che in questi anni è stato edificato, dati alla mano, è un miracolo assoluto: malgrado le evoluzioni di una politica sempre più virtuale, le restrizioni che hanno imposto la didattica a distanza e la generale apatia delle giovani generazioni, Azione Studentesca è riuscita nell’impresa di moltiplicare i propri ranghi, qualificare i propri quadri, riaffermare princìpi e pratiche verticali, ricostruire e consolidare un tessuto comunitario radicato in ogni angolo della Nazione. Tutto questo non è retorica social, ma una solida realtà fatta di carne, di sogni e di sudore.
Da settembre, con grande motivazione, la marcia proseguirà in ogni singola scuola d’Italia: gli identitari, oggi più che mai, saranno in prima linea.

AGOGHE' 2022: FEDELI ALLE ORIGINI











 

AL DI LÀ DEL MAESTRALE


 Guido Santulli

AL DI LÀ DEL MAESTRALE
Romanzo

“Il rombo del motore scuote i cuori a bordo, mentre all’esterno le gomme scivolano voraci sull’asfalto. Oscar è sopraffatto dalle emozioni, la scarica di adrenalina aveva cancellato ogni timore, gli sembrava di essere stato catapultato in un film poliziottesco degli anni ‘70 e, a dirla tutta, si stava divertendo.”

Vento freddo, grattacieli, nuove trame per vecchie spie, misteri e sete di potere: sotto il cielo plumbeo di un’Italia inquieta, uomini e donne si danno la caccia senza esclusione di colpi. Immersi in un’atmosfera noir, insospettabili professionisti e persone comuni si ritrovano invischiati in uno dei segreti più inconfessabili del Belpaese. Individuo e Stato, arte e tecnica, futuro e tradizione, un vortice di contrasti accompagna il lettore nell’immediatezza di un racconto reso vivido dalle ambientazioni contemporanee e dalla condotta cinica e disincantata dei protagonisti. Dalle acque agitate del porto di Genova agli scintillanti edifici dello skyline milanese, il paesaggio metropolitano si trasforma in un campo di battaglia fisico e spirituale.

“Al di là del maestrale” è un’avvincente storia di spionaggio all’italiana, dove l’animo libero e controcorrente di Oscar abbraccia una prospettiva di rottura che lo induce a ripensare se stesso e la sua Nazione.